davidbush.org       

8k & 12k - alcune considerazioni per l'utilizzo pratico.



In alto a destra Peter Swinson nel 2007. In basso a destra a Chicago quando lavorava per Bell & Howell, con l'Oscar tecnico.

   In basso, Blackmagicdesign Ursa Mini Pro.












I files RAW sono un'idea intelligente che è stata sviluppata anche dai produttori di camere digitali per ottenere la migliore qualità d'immagine possibile utilizzando la minore quantità di dati.


Le immagini provenienti da camere che possono girare in formato RAW sono molto adatte per le correzioni di colore con Blackmagic Design Resolve, poiché contengono tutte le informazioni originali su luci, ombre e toni medi, consentono la piena latitudine dell'immagine e l'HDR, e tuttavia i file sono composti da quantità ragionevoli di dati.


La post-produzione può essere resa più semplice ed efficiente non convertendo i file in altri formati, e, infatti, Resolve è  in grado di lavorare direttamente nei file raw nativi. Perché transcodificare in qualsiasi altro formato? Farlo sarebbe una perdita di tempo, uno spreco di spazio e anche uno spreco di denaro, mentre potrebbe anche potenzialmente degradare la qualità dell'immagine.


Grant Petty, CEO di Blackmagic Design sul raw:


" Blackmagic RAW è un moderno codec RAW professionale ad alte prestazioni, aperto, multipiattaforma e gratuito. È stato progettato per fornire all'industria un formato d'immagine aperto, elegante e standardizzato di alta qualità".





La compressione leggera, accuratamente controllata, pùo essere utilizzato non solo da materiali proveniente da camere digitali ma anche a pellicole cinematografici masterizzati e restaurati in 8k dandoli un aspetto estremamente impressionante. I file DPX standard 4k a 16 bit che sono stati nell'ultimo decennio il formato di mastering di riferimento richiedono una velocità di dati di circa 405 MByte/sec in riproduzione, mentre lo stesso film scansionato in 8k con Pro Res Raw XQ diventa una quantità di dati superiore (ma eminentemente gestibile), con un incredibile aumento della qualità delle immagini. In numeri, il file Pro Res XQ scansionato da una pellicola 8k a 24 fps. è di 848 MByte/sec. D'altra parte, un file dpx non compresso 8k a 16 bit sarebbe un enorme 8.018 MByte/sec, o quasi 10 volte più dati.


Il punto è che l'8k pro res XQ offre una compressione visivamente senza perdita, o, in altre parole un risultato indistinguibile dalla versione non compressa.


Coloro che non hanno ancora visto il tipo di risultato possibile con la scansione 8k delle pellicole spesso affermano con convinzione che il 4k è "sufficiente" per le pellicole 35mm. Tuttavia, il Mobile Digital Lab spinge il punto di riferimento da "abbastanza" a "eccellente", e per buone ragioni; l'8k pro res offre immagini migliori con dettagli più fini che in 4k. Mostra una qualità elevatissima mentre offre una purezza in stile analogico, in quella che potrebbe anche essere definita come una qualità migliore di quella che possono offrire le stampe positive proiettate.


L'utilizzo di risoluzioni più elevate per le riprese digitali e la scansione della pellicola offre, a nostro parere, una migliore qualità dell'immagine per il prodotto finito, e ora che la tecnologia è diventata eminentemente abilitante per l'8k e oltre, non ci sono scuse per non usarla! Avrà un aspetto migliore! E non costerà di più! Anzi, con Mobile Digital Lab costerà meno! E non ho nemmeno menzionato il fatto che girare in 8k o 12k offre un certo grado di protezione futura per la produzione...


Naturalmente, le produzioni sono fatte sia di immagini che di suoni, quindi il Mobile Lab è progettato per lavorare anche per questo. Alberto Parodi, partner con la sua Logical Box di Genova per il suono, lavora anche inizialmente dove viene girata la produzione, e con unità portatili ripulisce le riprese audio, facendo anche l'ADR se necessario, mentre sincronizza il montaggio in corso d'opera.


L'80% del montaggio del film o dell'episodio televisivo, il colore, gli effetti visivi e il suono sono idealmente finiti entro la fine delle riprese e, a quel punto, vengono spostati fisicamente negli studi del suono di Alberto a Genova per la finalizzazione.

 

5. Lossless - Un tipo di codec per il quale mettendo un'immagine attraverso la codifica seguita dalla decodifica si ottiene un'immagine che è matematicamente garantita per avere esattamente gli stessi valori di pixel dell'originale.


6. Visivamente senza perdita - Un tipo di codec per il quale sottoponendo un'immagine alla codifica seguita dalla decodifica si ottiene un'immagine che non è matematicamente senza perdita, ma è visivamente indistinguibile dall'originale se vista accanto all'originale su display identici.


Un pomeriggio di circa 30 anni fa un giovane e gioviale Peter Swinson, all'epoca parte del dipartimento di ricerca del fabbricante di telecine e scanner Rank Cintel, dimostrò che la scansione a risoluzioni sempre più alte ci dava una compressione sempre più efficace. In altre parole, usando le tecniche di Peter abbiamo ottenuto file più piccoli, meno dati e comunque immagini di qualità superiore. Certamente, il suo lavoro stimolò molti di noi a capire che la compressione e l'altissima risoluzione sarebbero diventate entrambe questioni interconnesse piuttosto importanti da allora in poi, come in effetti è successo.


Nel corso degli anni sono anche giunto alla conclusione pratica che piccole quantità di compressione possono essere usate efficacemente per il mastering, l'editing, il grading ecc. in modo proattivo per ridurre i costi, riducendo anche i requisiti di memorizzazione e la potenza di elaborazione delle apparecchiature. Questo può essere fatto senza alcuna degradazione della qualità delle immagini, a patto che si utilizzi una compressione senza perdita, perché questa è matematicamente garantita per avere esattamente gli stessi valori di pixel dell'originale.

1. Immagini ad alta risoluzione e la compressione.

2. Il sovracampionamento

3. I files RAW

La pratica del sovracampionamento, o l'uso di risoluzioni più alte rispetto al formato di consegna per girare in digitale e scansionare la pellicola, offre una migliore qualità dell'immagine per il prodotto finito, una volta che è stato riportato alla risoluzione del prodotto finito. Vale anche la pena di notare che l'uso del sovracampionamento e della compressione rendono il lavoro a distanza eminentemente più efficiente, poiché la riduzione della velocità dei dati che ne risulta significa tempi di trasferimento più rapidi su internet.  


Spesso si pensa che il lavoro a distanza sia possibile solo nelle grandi città con cavi in fibra ottica, ma come è già stato sperimentato durante la primavera del 2020 in full lock down dal partner Alessio Focardi della Sartoria Immagine di Firenze, per chi ha un software e un hardware adeguato è facilmente possibile ricevere direttamente dal set 8K Raw con una connessione 4G + LTE, anche quando si vive in campagna.






Sulla base delle esperienze professionali collettive mie e di Mike Connor nel corso del 2020, abbiamo progettato un Mobile Digital Lab che funziona sia come una stazione di lavoro DIT completa che come un hub editoriale creativo con editing on line, color grading, effetti sonori e visivi nella risoluzione finale di qualità del master specificato. È l'equivalente di una vera e propria struttura di post-produzione che può essere allestita in meno di un'ora fisicamente vicino a dove sono in corso le riprese, o anche direttamente dentro uno studio cinematografico. Offre un flusso di lavoro semplice, pratico, economico e veloce per la finitura di film ad alta risoluzione e serie televisive a episodi.


























Con il Mobile Digital Lab possiamo abbreviare il tempo normalmente richiesto per la consegna del prodotto finito quando si usa l'odierno flusso di lavoro di editing off line / on line e multi formato, offrendo anche un alto grado di controllo della qualità e una certa tranquillità durante il progresso della produzione.


Utilizzando il laboratorio, i giornalieri corretti di colore con audio sincronizzato vengono mostrati al regista e alla produzione completi di effetti visivi. Essere in grado di visualizzare immagini di riferimento HDR 6k all'interno di un ambiente calibrato aiuta il processo decisionale di tutta la troupe, dal regista e il produttore, i capi dipartimento, il production design, il trucco, i capelli, i costumi; tutti hanno molto da guadagnare vedendo e controllando il loro lavoro sul display calibrato ad altissima risoluzione del laboratorio, e che dà una resa precisa di ciò che stiamo per ottenere nel master finale.

 

Come supervisore degli effetti visivi, posso dire che spesso mi sembrava di avere gli occhi bendati in passato, perché di solito potevo vedere solo mesi dopo gli elementi girati per gli effetti visivi composti insieme. Con il laboratorio mobile, ora posso vedere i compositi di questi elementi quasi immediatamente, almeno per le riprese cerchiate, e, in generale, la capacità del laboratorio di lavorare sugli effetti visivi mentre vengono girati aiuta a migliorare la qualità dei risultati, con l'ulteriore vantaggio che se tutto non funziona, allora gli elementi possono essere girati nuovamente lì e subito. Dagli schermi verdi e blu, al tracking, alla stabilizzazione, al re-framing e altro ancora, l'uso di immagini 8k e 12k aggiunge qualità d'immagine ai compositi. Infatti, il grading in queste risoluzioni offre un'incredibile e assolutamente unica selettività per i colori e, allo stesso tempo, meno rumore d'immagine, soprattutto nelle luci basse.

 

La compressione può anche essere applicata ai negativi delle pellicole scannerizzate in 8k, poiché questo offre immagini migliori con dettagli più fini rispetto all'attuale processo di masterizzazione tipicamente in 4k. L'8k mostra una qualità più alta e dettagli a grana fine rispetto al 4k, offrendo allo stesso tempo una purezza e una sottigliezza in stile analogico, in quella che potrebbe anche essere definita come una qualità migliore di quella che le stampe positive proiettate sono in grado di offrire. La risoluzione più alta lavora proattivamente per la correzione digitale dei difetti della pellicola analogica, e i progressi nella potenza di calcolo con intelligenza artificiale renderanno questo processo sempre più veloce,

3.  8k 12k Mobile Digital Lab.

4. Restauro di film in 8k con compressione Pro Res XQ

Mobile Digital Lab      Configurazione piena di Apple Mac Pro, software Da Vinci Studio Resolve & Fusion, Apple XDR 32” 1000 nit display, G-Tech SSD storage, custom made flight cases, control panel per Resolve Colour & Editing, Mac Book Pro, LTO 8.