Home Page Italian

Designed by David Bush & Mike Connor

  Home Page English

  For contents scroll down

Restauro e conservazione dei film


Offro i miei servizi come consulente per la supervisione della conservazione e del restauro dei film.



Di seguito, un breve riassunto delle mie esperienze sia nel campo del cinema moderno che in quello storico:



Dal 1995 in poi sono stato sempre più coinvolto nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni con produttori e fornitori di tecnologia per consentire la digitalizzazione di interi film. Questo è avvenuto per diversi motivi:


In primo luogo, avevo fondato, progettato e costruito una nuova struttura digitale che avevo chiamato Cinecittà Digital e che si trovava accanto ai laboratori di lavorazione cinematografica di Cinecittà a Roma. Attraverso il mio lavoro sui lungometraggi avevo anche speso molto tempo e fatica per rendere praticamente invisibili i tagli tra le pellicole digitali e analogiche, lavorando a stretto contatto sia nel laboratorio chimico che in quello digitale.


Le mie ampie esperienze di supervisione degli effetti visivi mi hanno portato a ricercare come rendere invisibili le micro differenze tra le scene analogiche e quelle digitali con effetti visivi.  


Prima di Cinecittà, nel 1999, avevo lavorato con Guido Pappadà a un restauro molto importante del film di Charlie Chaplin "Il Monello" - 1921; con un'attenta gestione, lui e i suoi colleghi hanno scansionato il negativo originale in 35mm. in bianco e nero in 3k a Roma e, poiché parti significative del negativo avevano una crescita fungicida molto visibile, hanno anche scansionato una stampa positiva che era stata stampata prima che si verificasse il danno al negativo. Poi le parti danneggiate sono state sostituite da un attento lavoro di rotoscopia, stabilizzazione, bilanciamento del colore e composizione.


Il film restaurato è stato stampato e mostrato alla famiglia Chaplin e al pubblico di Bologna in occasione di un evento de l'immagine Ritrovata. La Famiglia Chaplin è rimasta talmente affascinata dai risultati, che ha deciso di affidare alla Cineteca di Bologna la conservazione di tutta la sua considerevole biblioteca di film, da quel momento in poi.


Contemporaneamente, insieme a Steve Shaw, abbiamo inviato  feedback continuo a Quantel per lo sviluppo del set di strumenti per le piattaforme iQ e Pablo.


Dal 2003 ad oggi ho lavorato a molti progetti cinematografici insieme a Guido Pappada' per digitalizzare interi film e recentemente ho anche sviluppato con Mike Connor un'innovativa unità 8k MOBILE DIGITAL LAB può essere portata in archivi cinematografici per progetti specifici.